A ognuno la sua parte

C’è sempre qualcosa da fare, solo che sono diverse dai grandi ai piccini.

I grandi hanno pensieri “più grandi” ma anche i piccini, con le loro piccole preoccupazioni, non scherzano.

E’ ingiusto pernsare che il lavoro di un bambino sia più semplice perchè è più facile per noi grandi.
Per un bambino, quel compito, richiede lo stesso impegno di ciò che viene richiesto a noi adulti.
Quindi, pensiamoci quando un bimbo delle scuole elementari deve risolvere un problema di matematica o scrivere un tema o fare un disegno…

A ognuno, la sua parte.
A ognuno, il suo impegno.

Non è strano essere strani

Ognuno di noi ha qualcosa di strano.
Non esiste nessuno al mondo che non abbia una caratteristica particolare che lo distingue.

Io “conto le campane”!
Sì, è più forte di me e quando sento i rintocchi di una campana comincio a contare: uno, due, tre, quattro, … sino alla quaranta in genere, quando me ne accorgo e quindi smetto.

E’ qualcosa di istintivo, di più forte di me che parte da solo senza controllo e non me ne rendo conto.

Voi, avete qualcosa di strano che vi distingue?
Raccontatecelo e così scopriremo ch:

NON E’ COSI’ STRANO ESSERE STRANI!

Contare le campane è più forte di me!

Lavoretti: Realizzare un Carro armato

Il gioco del Carro armato, fu famoso per i nostri nonni. Si tratta di un giocattolo mobile che, attraverso la trazione di un elastico, è in grado di arrampicarsi e superare ostacoli come un vero carro armato.

I nostri nonni si dilettarono in questo gioco costruendo dei veri e propri percorsi con salite, dossi e cunette.

Ora vi spieghiamo come costruirlo.
E’ abbastanza facile ma se volete divertirvi davvero, realizzatelo con l’aiuto di un adulto, e fatevi aiutare per elaborare le ruote del Carro armato.

Cosa serve per realizzare il Carro Armato?

  • 1 rocchetto di legno, quello usato dai nostri nonni per avvolgere la spagnoletta di filo. Chiedete ai nonni o a qualche zia se ne conserva uno da qualche parte.
  • 1 candela di cera
  • 1 coltellino (da usare con l’aiuto di un adulto)
  • 1 elastico più corto della lunghezza del rocchetto (così da tirare)
  • 1 chiodo
  • 2 stuzzicadenti

Come si procede per realizzare il Carro armato?

  • Prendete il rocchetto di legno e con un coltellino incidete entrambi i bordi del rocchetto:  Dovrete ricavare delle tacche simili ai cingoli del carro armato.
  • Conficcate un chiodino sul bordo del rocchetto vicino al foro.
  • Tagliate un pezzo della candela di cera per ricavarne un disco di 1 cm e fatevi un piccolo foro al centro che consenta di passare l’elastico.
  • Passate l’elastico nel dischetto di cera  e fermatelo con il primo stuzzicadenti.
  • Poi passate l’elastico, che è collegato al dischetto di cera, nel foro del rocchetto.
  • Fermate il lembo dell’elastico con l’altro stuzzicadenti di legno.  Lo stuzzicadenti dovrà essere più corto dalla parte del chiodo e  più lungo dall’altra parte dove sta il dischetto di cera.
  • Il carro armato p pronto e può incominciare a camminare.  Il trucco sta nel “caricarlo”!

Come si fa a “caricare”  il Carro armato?

  • Basta caricare il motore facendo girare il bastoncino più lungo in modo che si attorcigli su se stesso.
  • Si mette a terra e scoprirete che il nostro Carro armato andrà avanti fino a lungo tempo superando gli ostacoli che gli porremo davanti.

Perchè il Carro armato va avanti?

  • L’elastico che è stato caricato tende a sbrogliarsi lentamente e il disco di cera funge da frizione frenandolo.  Per questo motivo il rocchetto, facendo leva sul bastoncino, si spingerà in avanti.
  • Se vorrete usarlo sul pavimento e non sulla terra, potete ricoprire le due ruote con un pezzo di camera d’aria, tipo quella delle biciclette.
  • Incidi delle tacche sul bordo del rocchetto

    Chi vorrà costruirlo e mandarci la foto, noi la pubblicheremo.

Grazie a Nicola per il suggerimento! 🙂

Programma per fare Morphing

Dal sito download.it, ho trovato un interessante programma gratuito, da scaricare che permette di realizzare il “Morphing”.

Morphing è un termine inglese che definisce un effetto speciale, creato in digitale, che consente di collegare due immagini diverse e fare in modo che gradatamente, la prima immagine si trasformi con vari passaggi nell’altra.

Il risultato che ne deriva è una serie di sequenze con effetti di trasformazione e transizione.
Questa immagine è stata recuperata da Wikipedia e vi spiega chiaramente cosa significa Morphing:

Fonte: WIKIPEDIA

Si tratta di 5 fotogrammi di un effetto di morphing tra George W. Bush e Arnold Schwarzenegger.

Un programma gratuito per il Morphing è disponibile al link riportato sotto, per applicare questo effetto alle vostre immagini con pochi passi e un approccio intuitivo:

Free Morphing link

Si procede in questo modo:

  • Avviate programma
  • Caricate le immagini che volete collegare. Dovranno essere due.
  • Aggiungete delle linee in corrispondenza di determinati punti (bocca, naso, occhi, mento o parti dell’oggetto). A queste linee corrisponde il collegamento all’ immagine successiva.
  • Selezioniamo il numero di frame
  • Date il via al processo.
Evidenziate le linee che dovranno corrispondere all'immagine successiva

Evidenziate le linee che dovranno corrispondere all'immagine successiva

Facile vero?
Fatemi vedere i vostri esperimenti e li pubblicheremo!

Disegno di Anastasia: “La giornata dei miracoli”

Anastasia di 10 anni ha condiviso con noi un nuovo disegno.

E’ la volta della favola “La giornata dei miracoli”.

….Anche se la vita era tornata uguale a prima, non era più la stessa e tutti vissero più felici e contenti.

E a quanto pare, Anastasia ha ben descritto questa felicità e il movimento dei grandi che vanno verso i loro bambini!

Disegno di Anastasia 10 anni, "La giornata dei miracoli"

http://www.800fiabe.it/2010/12/21/la-giornata-dei-miracoli/

Video: “Numero Verde ritrovato” EPISODIO 1 Teatrino”

Carlotta è disperata e si confida con Saverio: “Ho disdetto il mio contratto perché il fisso è troppo alto…”:
Saverio che è grande amico di Carlotta, le propone una meravigliosa soluzione al suo problema.

Guarda il video e non dimenticare che il Numero Verde per ascoltare le fiabe al telefono, è gratuito e accessibile da fisso: 800 191 008

Disegno di Anastasia: “La scarpina innamorata”

Disegno di Anastasia, 10 anni: "La scarpetta innamorata"

Anastasia di 10 anni, ha realizzato un disegno interessante della favola “La scarpina innamorata”.

L’arancio è il colore che domina e, se guardate bene, ha riportato anche il Numero Verde per chiamare e ascoltare le favole al telefono!

Grazie Anastasia!

Disegno di Beatrice: “La città dalle soluzioni semplici”

Beatrice, che presto compirà 8 anni, con tanta buona volontà, ci ha regalato un meraviglioso disegno della fiaba “La città dalle soluzioni semplici”.

Guardate che meravigliosa macchina. Mi sa che la prossima che comprerò, dovrà essere così!

Grazie Beatrice!!

Disegno di Beatrice, 8 anni "La città dalle soluzioni semplici"