Idea regalino, collana con cannucce

Sviluppare la creatività nei bambini, consente loro di assaporare la libertà vera, quella che non si perderà mai crescendo.

Ecco a voi la proposta di oggi: una collana fatta con le cannucce colorate ritagliate e infilate.
Regalino di Darya di 8 anni!

Recuperare aree degradate, PROPOSTA

Disegnare ovunque è una prerogativa dei bambini.

Lo spazio, per loro, identifica la realtà per cui è importante occuparlo ed esserne il centro.

Vi segnalo un’interessante progetto gestito da un gruppo di creativi olandesi che hanno deciso di mettersi insieme e colorare le baraccopoli più malfamate di Rio de Janeiro, facendo partecipare al progetto grandi e bambini.

Un modo semplice e divertente per recuperare almeno visivamente aree degradate della città con la minima spesa  e soprattutto coinvolgendo e facendo divertire la gente del posto.

Nell’immagine vedrete il risultato sorprendente dell’operazione.

Cosa ne dite, si potrebbe pensare di esportare questa idee  in altre città?
Parlatene con gli insegnanti dei Vostri bambini o con qualcuno che potrebbe prendersi carico della proposta e decidere dove si potrebbe aggiungere un po’ di ARCOBALENO nelle nostre città.

 

Lavoretti: Creare un Nastro di Ritmica con le proprie mani

Il nastro di ritmica che veloce e sinuoso svolazza nell’aria, è uno degli attrezzi più belli della Ginnastica Ritmica.
In ogni caso, non serve essere degli atleti per provare ad esercitarsi e diventare noi stessi, dei ginnasti provetti che si divertono un sacco!

Ilaria desiderava ardentemente un nastro di ritmica e così, ho deciso di realizzarlo per lei con le mie mani e oggi condivido con voi le diverse fasi e vi spiego come potrete realizzarlo.

Il nastro di ritmica “vero” prevede una lunghezza minima di 5 mt, ma noi possiamo anche farlo un poco più corto così da risultare più facile per chi è alle prime armi.

 

Cosa serve per realizzare un nastro di ritmica?

Materiali necessari per costruire un nastro da ritmica

 

 

  • Una bacchetta di legno, bamboo o plastica abbastanza sottile (non superiore a 1 cm di larghezza)
  • Un occhiello di metallo (quello che trovate nei portachiavi per capirci)
  • Biadesivo forte da moquette
  • Due nastro di raso o di seta (leggero) spessore desiderato ma meglio se superiore ai 3 cm e lungo almeno 3,5 mt.
  • Forbici

 

Come si realizza un nastro da ritmica?

Vi riporto di seguito le foto di ogni passaggio.

  • Taglia un pezzo di adesivo lungo come la bacchetta
  • Avvolgi la bacchetta con il biadesivo liberando la pellicola di protezione
  • Attacca il biadesivo alla bacchetta avendo cura di inserire l'occhiello

    Taglia un pezzo di biadesivo lungo come la bacchetta

  • Libera la pellicola dal biadesivo

  • A questo punto inizia ad attaccare i due lembi dei nastri, uno intorno all’occhiello che rimarrà libero e l’altro sulla bacchetta che inizierai ad avvolgere. Abbi cura di tenere teso il nastro e un po’ obliquo così da far aderire completamente la superficie al biadesivo e fare in modo che proceda su tutta la lunghezza.

Avvolgimento del nastro intorno alla bacchetta

Attenzione a procedere sin da subito con i due lembi facendo in modo che rimangano ben fissati sulla parte iniziale della bacchetta

Avvolgimento del nastro obliquo

Nella parte finale ho inserito una piccola parte di biadesivo

Bordura parte finale dove ho inserito ancora del biadesivo per fermare il lembo

Ecco come compare la parte finale

 

Il nastro è pronto e Ilaria è felice!
Fateci sapere se la proposta vi è piaciuta.
Se avete deciso di provarci, fatecelo sapere!

Lavoretti: Fare il didò in casa

Cosa serve per realizzare il Didò?

  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza di sale fino
  • 1/2 tazza di Maizena
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 cucchiaio abbondante di cremor tartaro (si trova in farmacia)
  • 2 tazze di acqua
  • coloranti alimentari


Come si procede per fare il Didò in casa?

E’ semplice e veloce.
L’unica accortezza da tenere a mente è che i coloranti alimentari vanno aggiunti alla fine scegliendo i colori che si vuole ottenere.

Si inizia mescolando tutti gli ingredienti in una padella, tranne  i coloranti alimentari che terrete da parte.

A questo punto, cuocete il composto per pochissimi minuti,  girando il tutto con un mescolo. Il didò sarà “cotto” quando comincerà ad indurirsi.

Attendete che  l’impasto si freddi e prendetelo con le mani  a formare un panetto che poi andreate a colorare.

Dividete l’impasto in tante parti quanti sono i colori che volete ottenere.

Riponete il colore alimentare che avete scelto su un contenit0re (ogni colore ne avrà uno) e iniziate a mescolarlo con il composto che avete messo da parte. Più colore aggiungerete e più forte risulterà il colore: scegliete voi quanto usarne.

 

Suggerimento per ottenere più colori acquistandone tre

Se comprerete i tre colori primari (rosso-giallo-blu), mischiandoli potrete ottenere tutti gli altri. Un modo semplice per risparmiare!

 

Come conservare il Didò fatto in casa

Il didò fatto in casa si conserva morbido avvolta nella pellicola in un recipiente chiuso.
Non deve rimanere troppo tempo all’aria.

 

E ora, siete pronti a modellare le vostre formine!

 

 

Lavoretti: Realizzare un Carro armato

Il gioco del Carro armato, fu famoso per i nostri nonni. Si tratta di un giocattolo mobile che, attraverso la trazione di un elastico, è in grado di arrampicarsi e superare ostacoli come un vero carro armato.

I nostri nonni si dilettarono in questo gioco costruendo dei veri e propri percorsi con salite, dossi e cunette.

Ora vi spieghiamo come costruirlo.
E’ abbastanza facile ma se volete divertirvi davvero, realizzatelo con l’aiuto di un adulto, e fatevi aiutare per elaborare le ruote del Carro armato.

Cosa serve per realizzare il Carro Armato?

  • 1 rocchetto di legno, quello usato dai nostri nonni per avvolgere la spagnoletta di filo. Chiedete ai nonni o a qualche zia se ne conserva uno da qualche parte.
  • 1 candela di cera
  • 1 coltellino (da usare con l’aiuto di un adulto)
  • 1 elastico più corto della lunghezza del rocchetto (così da tirare)
  • 1 chiodo
  • 2 stuzzicadenti

Come si procede per realizzare il Carro armato?

  • Prendete il rocchetto di legno e con un coltellino incidete entrambi i bordi del rocchetto:  Dovrete ricavare delle tacche simili ai cingoli del carro armato.
  • Conficcate un chiodino sul bordo del rocchetto vicino al foro.
  • Tagliate un pezzo della candela di cera per ricavarne un disco di 1 cm e fatevi un piccolo foro al centro che consenta di passare l’elastico.
  • Passate l’elastico nel dischetto di cera  e fermatelo con il primo stuzzicadenti.
  • Poi passate l’elastico, che è collegato al dischetto di cera, nel foro del rocchetto.
  • Fermate il lembo dell’elastico con l’altro stuzzicadenti di legno.  Lo stuzzicadenti dovrà essere più corto dalla parte del chiodo e  più lungo dall’altra parte dove sta il dischetto di cera.
  • Il carro armato p pronto e può incominciare a camminare.  Il trucco sta nel “caricarlo”!

Come si fa a “caricare”  il Carro armato?

  • Basta caricare il motore facendo girare il bastoncino più lungo in modo che si attorcigli su se stesso.
  • Si mette a terra e scoprirete che il nostro Carro armato andrà avanti fino a lungo tempo superando gli ostacoli che gli porremo davanti.

Perchè il Carro armato va avanti?

  • L’elastico che è stato caricato tende a sbrogliarsi lentamente e il disco di cera funge da frizione frenandolo.  Per questo motivo il rocchetto, facendo leva sul bastoncino, si spingerà in avanti.
  • Se vorrete usarlo sul pavimento e non sulla terra, potete ricoprire le due ruote con un pezzo di camera d’aria, tipo quella delle biciclette.
  • Incidi delle tacche sul bordo del rocchetto

    Chi vorrà costruirlo e mandarci la foto, noi la pubblicheremo.

Grazie a Nicola per il suggerimento! 🙂

Lavoretti: fare una girandola

I bambini amano il vento.
Il vento scompiglia i capelli, li accarezza quando sono in altalena, porta in alto gli aquiloni, muove le girandole.

La girandola è una piccola magia e ogni bambino, con facilità, può costruirne una.

Guardiamo come costruirne una girandola…

***

  • Cosa serve per costruire una “Girandola”?

Per realizzare una girandola, servono
Cartoncino bianco
– Un paio di forbici
– Una matita
– Un puntina da disegno
– Matite colorate o pennarelli colorati
– Una matita di legno

  • Come si costruisce la girandola?

Per realizzare la girandola, si ritaglia un foglio di carta leggero quadrato.
Si disegnano le due diagonali e un cerchio al centro. Si taglia il quadrato seguendo le diagonali avendo cura di non tagliare il centro. Ora, se si vuole, si procede colorando ogni settore con i colori dell’arcobaleno.
Non è importante seguire una sequenza prestabilita.

A questo punto, si  piega ogni lembo e si fissa ogni angolo sulla matita, usando una puntina da disegno sul centro del quadrato.

Fatevi aiutare da una persona adulta per questa operazione.

La girandola é pronta. Di seguito le immagini di alcune sequenze per spiegarvi le fasi.

Buon lavoro!

Girandola 1a fase

Girandola 2a fase

Girandola 3a fase

Girandola 4a fase

Girandola 5a fase

Festoni a catena, con sagome

I festoni di carta con le sagome, si possono creare con facilità e sono un modo semplice per fare qualcosa di simpatico con i nostri piccoli.

Rimarranno certamente stupiti nel momento in cui si srotola la striscia e vedranno il risultato: voilà, da una fisarmonica si ottiene una catena di sagome che si tengono per mano!

Per chi ha poco spazio in casa, è un gioco con cui si sporca poco e la spesa del materiale è irrisoria.
Bastano infatti dei fogli di carta, le forbici, alcune immagini di sagome che potrete recuperare da libri o da internet e la fantasia.

Ecco come procedere:

  • Prendete dei fogli di carta bianchi o meglio ancora, colorati e uniteli insieme per farne una lunga striscia. Se usate i fogli A4, attaccate con del nastro adesivo il lato più corto.
  • Piegate la striscia di carta a fisarmonica e copiate, usando la carta velina, una sagoma. In internet troverete molte sagome da ritagliare. Basterà digitare sui motori di ricerca la parola “sagome di carta”.
  • Ritagliate la sagoma tenendo unita la fisarmonica e facendo attenzione di non tagliare totalmente il bordo che tiene unite le sagome.
  • Ora aprite la fisarmonica e godetevi il risultato.

Bravi!

Un libro con esempi di sagome

Ecco un festone fatto da me con la sagoma di una stella